Domande frequenti - TermoEasy il sistema di lettura consumi radiatori semplice ed economico
Ecco le domande più frequenti che ci avete fatto finora. 
Per fare altre domande ricordiamo che ora abbiamo aperto il forum utenti di TermoEasy... 
 
L'installazione è difficile? Serve l'elettricista? 
Normalmente potete fare da voi. La cosa più difficile dell'installazione è fissare la scatolina che costituisce TermoEasy al muro tramite due fischer (se si vuole fissarla). Per il resto se è una versione a batteria si mettono dentro le batterie, cosa che sicuramente hai già fatto per qualche altra apparecchiatura, e si collega TermoEasy alla centralina di scala con uno spinotto, cosa altrettanto semplice. Poi basta seguire le indicazioni del manualetto cartaceo (in italiano) e una volta partiti l'interfaccia utente è in genere intuitiva e facile da usare
L'elettricista sarà indispensabile solo se acquistate una versione 220V e non c'è una presa di corrente nelle vicinanze del punto di installazione. 
Un professionista può comunque sempre essere di aiuto: se preferite appoggiarvi a un terzo troverete anche installatori che possono mettere e configurare loro TermoEasy e fornire al condominio le letture per email oppure dandovi l'accesso remoto ma in "sola lettura" (la pagina visionabile contiene solo i dati e non ha le opzioni di configurazione; esempio clic qui) - tutto questo sempre con un risparmio rispetto alle classiche "società di lettura". 
 
La attuale società di lettura legge i dati "meglio" di TermoEasy? 
No, TermoEasy legge i dati ugualmente bene, i dati sono memorizzati e trasferiti secondo lo standard industriale M-Bus. Quasi di sicuro la attuale società che fa la lettura legge i dati "più costosamente" di TermoEasy... questo sì!! 
Forse gestori riscaldamento o gestori di caldaia o lettori di termosifoni poco onesti vi diranno che solo loro possono riferirvi delle letture termosifoni affidabili, e che non si può fare altrimenti. Gli amministratori disinformati o altrettanto poco onesti o troppo creduloni vi ripeteranno pari pari queste parzialità. Ma solitamente non sono vere: TermoEasy funziona con davvero molti tipi di impianti. 
 
E' necessaria qualche autorizzazione per usare TermoEasy? 
Non serve niente di speciale. Normalmente si propone l'uso nell'assemblea di condominio, che vota per il suo utilizzo. La maggioranza dei condominii decide normalmente di installarlo e delegare la lettura all'amministratore, alcuni delegano la lettura al consigliere di scala, alcuni in cui l'amministratore è anziano e non sa usare uno smartphone la fanno fare all'elettricista di fiducia. Si tratta di ogni caso di un lavoro di 5 minuti con TermoEasy. Con le versioni Remote si legge via Web e quindi non c'è nemmeno la piccola perdita di tempo per lo spostamento fisico. 
E' una cosa ordinaria come scegliere l'impresa che fa le pulizie o chi fa la manutenzione dell'ascensore. La lettura dei consumi è un obbligo di legge e quindi non è qualcosa di straordinario né un'innovazione. Basta una maggioranza in una qualsiasi assemblea anche ai minimi termini. 
Se il vostro amministratore è onesto e pensa ai vostri interessi, vi proporrà lui stesso TermoEasy per farvi risparmiare sulle spese di condominio. O per darvi la possibilità di utilizzare la somma sprecata annualmente per le letture per altri impieghi più utili per il condominio! 
 
Possiamo parlare con un amministratore che lo ha installato? Possiamo vedere un esempio funzionante? 
Nessun amministratore (per lo meno finora: accettiamo volontari!) di solito ha il tempo di rispondere a domande di potenziali clienti di un'azienda di cui anche lui è cliente. Però per vedere subito com'è, c'è una schermata "congelata" qualche tempo fa disponibile qui (esempio letture versione Standard o comunque lettura sul posto) e qui (esempio letture calore versione Remota) e qui (esempio lettura da remoto "ristretta" senza opzioni di configurazione) 
 
Si può "barare" nelle letture di TermoEasy? Si può usare TermoEasy per cambiare le letture? Che si fa in caso di contestazioni? 
No, non si può barare con TermoEasy; le centraline e i contatorini/ripartitori montati sui termosifoni non possono in alcun modo venire alterati da TermoEasy. In caso di eventuali contestazioni di una lettura si potrà andare a vedere cosa segnano sul display i contatorini fisici (normalmente mantengono in memoria la lettura corrente e la maggior parte anche la lettura dell'anno precedente). 
In condominii particolarmente litigiosi ci si potrebbe accordare preventivamente in assemblea che l'amministratore o una persona di fiducia del condominio sia autorizzato in caso di contestazioni ad andare a controllare manualmente/visivamente una lettura e in caso di rifiuto applicare automaticamente un massimale di conteggio. 
 
Sono un installatore, in diversi condominii che conosco non hanno l'iniziativa di cercare soluzioni comode come TermoEasy, e forse nemmeno la pazienza di spendere 5 minuti per configurarlo. Posso installarglielo io? Pensavo poi di fornirgli le letture - ovviamente con un ricarico rispetto a quello che spenderò, ma comunque a un prezzo migliore di quello che pagano ora, così loro ci guadagnerebbero comunque. Alla maggioranza basterà ricevere i dati su carta o per email, ma ho pensato che qualcuno magari vorrebbe vedere i conteggi "online". Ho capito che con la Versione Remota ci sono i conteggi e configurazione online; c'è modo di fornirgli questo accesso ma disabilitando magari la configurazione di modo che non vadano a "sballare" qualcosa? 
Sì, in effetti ci sono già dei TermoEasy installati da terzi ed abbiamo già pensato a questa esigenza e trovato una soluzione sulla base delle prime richieste. Per prima cosa, con tutte le versioni si possono ovviamente scaricare sul posto i conteggi e poi inviare per email (in PDF o Word o Excel). 
Poi, per le versioni con accesso remoto, l'installatore fa l'accesso normale facendo login qui su TermoEasy.com; in fondo alla pagina visualizzata c'è il menù "Sola lettura" tramite cui si può definire una password di "sola lettura". 
Ora supponiamo tu sia l'user 1322 e quindi fai login con 1322 + tua password. Il login "sola lettura" sarà invece r1322 con la rispettiva password. Al primo login "sola lettura" la prima password è la stessa indicata nel manuale per il primo accesso "senza restrizioni"; la cambierai per esempio in xe34ty89 
Basterà quindi fornire all'utente finale: username r1322 password xe34ty89 e indirizzo pagina di login www.termoeasy.com/users 
Esempio: pagina di letture consumi versione remota "senza restrizioni"; esempio pagina di lettura da remoto ripartizione consumi con login separato, senza opzioni di configurazione (solo lettura/ristretta) 
 
Sono un amministratore, l'ho comprato e installato io, ho attaccato lo spinotto e fatto con l'iPhone la divisione per appartamenti tutto leggendo il mini manuale, striminzito ma comunque devo dire sufficiente. E' una cosa fattibile come da voi promesso e non ci ho messo moltissimo, ma è comunque un lavoro. Quanto vi sembra ragionevole posso addebitare per l'installazione senza che mi trovino da dire, sulla base della vostra esperienza? 
Da quando abbiamo sentito si può senz'altro chiedere 100-150 euro per unità installata, o anche di più se si è anche fatta attivare e inserita una SIM. Alcuni amministratori chiedono poi anche un modesto compenso annuale per la lettura, questo sta alla libera scelta. 
 
Cosa succede se si rompe un contatore/ripartitore nel nostro impianto? La nostra attuale società di lettura è anche quella che ha messo i ripartitori/contatori... come faremo poveri noi se usiamo TermoEasy per la lettura e non loro? Il cielo ci cadrà sulla testa? 
I contatori o ripartitori sono prodotti commerciali molto diffusi, di marche come Caleffi, Siemens, Immergas, eccetera, non li ha inventati la vostra attuale società. Ci sono migliaia di termotecnici ed idraulici che sanno perfettamente come installarne di nuovi e in questo momento di crisi accetteranno con gioia la vostra eventuale richiesta di preventivo. Purtroppo per loro è comunque veramente molto improbabile che questi strumenti elettronici si rompano (a meno che non gli diate una martellata di proposito)! 
 
Cosa succede se TermoEasy si rompe? 
Non si rompe, comunque sia le centraline/antenne/concentratori a cui TermoEasy fa da interprete conservano i dati dell'anno corrente almeno da fine aprile a fine settembre cioè 5 mesi; la maggior parte delle centraline poi (sicuramente le wtt561 e wtt16 Siemens, ma anche altre) conservano in maniera inalterabile anche i dati dell'anno precedente, quindi in caso di imprevisti ci sono quasi 2 anni per ovviare, senza dover correre. 
 
Quando si può installare? Va installato prima assolutamente di ottobre? 
No, TermoEasy può anche essere installato a marzo o aprile. Si appoggia ai dati memorizzati dalla centralina quindi non ha da essere installato all'inizio del periodo di riscaldamento. Si può installare persino a inizio maggio purché si faccia subito la "lettura". 
 
Funziona con iPhone? Con Android? Con iPad? Con Mac? Con un PC? 
Sì a tutte le domande. Funziona con qualsiasi dispositivo dotato di browser Web, che esso sia uno smartphone, un tablet, un computer, di qualsiasi mondo, anche Linux. Di qualsiasi produttore, non solo Apple e Samsung ma anche tutti i produttori minori. 
 
Che batterie usa? Quanto durano le batterie? 
TermoEasy funziona con 4 normali batterie alcaline AA da 1.5V, quelle in vendita in tutti i supermercati proprio in confezione da 4. Si può usare anche con batterie AA al Litio, ma normalmente non sono necessarie. 
Con la versione Standard, se usata max 5-6 volte l'anno (molti la accendono anche solo una volta l'anno, dopo lo spegnimento della caldaia), le batterie alcaline dureranno normalmente fino alla normale data di scadenza stampata sulle batterie (di solito 5 anni, se non vi hanno rifilato batterie vecchie) 
Per la versione GSM e WiFi la durata delle batterie dipende dalla copertura WiFi o GSM (se il segnale è più debole, dureranno di meno). In generale, con copertura di rete buona, se si adotta la lettura mensile o bisettimanale possono durare anche qui diversi anni
Raccomandiamo di sostituire le batterie non appena il dispositivo vi segnala questa esigenza. 
 
Posso usare batterie ricaricabili? Batterie zinco-carbone? 
No, le batterie ricaricabili si scaricano da sole troppo velocemente per questo tipo di utilizzo (il fenomeno è noto come "autoscarica", una ricaricabile si scarica in poche settimane, a volte pochi giorni) e inoltre danno una tensione più bassa della batterie normali e danneggiano così TermoEasy. Non si devono usare mai batterie ricaricabili. Le zinco-carbone, che ormai del resto si trovano quasi solo più dai cinesi, hanno un'autonomia molto limitata rispetto al costo e il gioco non vale la candela. 
 
La versione GSM usa SIM speciali? C'è un gestore telefonico preferito? Devo comprare la SIM da voi? 
La versione GSM si può usare con qualsiasi SIM con attivo il traffico "dati" (ormai praticamente tutte), di qualsiasi gestore che abbia una buona copertura nel posto dove fissate TermoEasy - magari provate prima con un cellulare. Si può anche allungare il cavo MBUS per posizionare eventualmente in luogo con copertura migliore. Dovrete solo ricordarvi di fare in modo che ci sia sempre credito se la SIM è prepagata, o di pagare l'abbonamento se è un abbonamento. Noi al momento non vendiamo né ci sentiamo di consigliare alcun gestore. 
 
Ma quanti dati "consuma"? Basta una SIM con un piano dati tipo 1G/mese o simili? O serve di più tipo 10GB? 
Il consumo dati dipende dal numero di termosifoni/contatori/misuratori nell'impianto. In realtà non serve comprare nessun piano dati tra quelli in promozione con costo mensile per X o Y Gigabyte. TermoEasy è molto efficiente e "consuma" pochissimi dati. 
Dalle nostre prove per esempio un impianto da 30 appartamenti e oltre 120 termosifoni ha consumato per una lettura meno di 9KB che con una prepagata PosteMobile senza alcuna promozione dati e quindi senza alcun costo ricorrente mensile (ma con la possibilità di traffico dati a consumo) ci sono stati fatturati per € 0,0269. Il che, in paragone a quanto costa 1GB (che sarebbero oltre 1000000KB) è un costo a KB piuttosto elevato, ma per la nostra particolare applicazione in caso di lettura mensile (che è quella raccomandata per avere la maggior durata possibile delle batterie) vuol dire spendere 30 centesimi l'anno (anche meno disabilitando la lettura estiva). Altri gestori hanno costi simili. 
Attenzione che la maggior parte dei gestori richiederà probabilmente comunque una ricarica annuale per mantenere attiva la SIM! 
 
Un nostro condomino ha dato la disponibilità per allacciarci al suo WiFi, ma nel posto dove viene comodo mettere il TermoEasy, questo WiFi sembra che abbia un segnale troppo basso e TermoEasy non "prende", si può fare qualcosa? 
E' possibile sia spostare TermoEasy distante dalla centralina mettendo un cavo MBUS più lungo (basta usare dei morsetti, per il resto va bene una piattina o un cavo telefonico; la massima lunghezza possibile dipende un po' dalla centralina che avete); oppure potreste acquistare un "ripetitore wifi" o "wifi extender": ormai ce ne sono anche di molto economici e tutto quello di cui hanno bisogno è in genere l'elettricità (e visto che TermoEasy trasmette di notte lo si può volendo allacciare anche solo a un impianto luce). 
 
E' disponibile solo in italiano? 
In italiano, inglese, francese, spagnolo e tedesco. Sito internazionale click qui. 
 
Posso avere supporto telefonico? 
Ci dispiace ma non forniamo supporto telefonico: se stiamo tutto il giorno al telefono non abbiamo più tempo per lavorare, e non consideriamo decoroso affibbiarvi un servizio tipo "call center": vi meritate di meglio. Rispondiamo sempre alle domande fatte per email e/o tramite il modulo di contatto e/o ricordiamo anche il forum utenti di TermoEasy... 
 
 
Forum utenti di TermoEasy... 
Riepilogo stampabile: cos'è TermoEasy e a cosa/chi serve? 
Video: come installare e collegare fisicamente, come configurarlo... 
Contattaci / modulo di contatto... 
 
Altro sulla lettura dei consumi ripartitori contatori dei termosifoni radiatori 
Torna alla Pagina Principale di TermoEasy - il sistema semplice ed economico per leggere i consumi del riscaldamento